PORTALE DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE L'APOSTROFO

Servizi Educativi, a Montale Rangone e Piumazzo di Castelfranco

  
  
Image not available
Image not available
Image not available
Image not available

Servizio di prevenzione, consulenza psicologica e ascolto per alunni, genitori ed insegnanti della scuola primaria e secondaria di 1° grado

PREMESSA

L’infanzia e la pre-adolescenza rappresentano periodi di trasformazioni fisiche, cognitive, emotive e sociali.

Recenti studi in merito (Oliverio 2010) sostengono che lungo tutto il percorso esistenziale vi siano  momenti di transizione che possono essere vissuti in modo critico: momenti di riorganizzazione e di svolta positiva connotata da normali mutamenti e di potenziale crescita (Bonino2009).

Gli eventi del quotidiano spingono il bambino alla riflessione su di sé; tale riflessione, esita nella ricerca della propria identità, si attua all’interno dell’individuo e attraverso il confronto con gli altri, la cultura di appartenenza, le offerte dell’ambiente.

La scuola oltre ad incrementare la conoscenza, le potenzialità e le capacità intellettive è una delle più importanti agenzie educative che, unitamente alla famiglia, concorre alla costruzione dell’identità dell’individuo in crescita.

L’andamento scolastico costituisce un impegno evolutivo rilevante e l’insuccesso nel processo di adattamento si traduce il più delle volte in un profondo senso di disagio .

Alla luce di quanto detto la scuola, in affiancamento alla famiglia, può svolgere un significativo ruolo di prevenzione, protezione e mediazione nella fase di sviluppo: può sostenere la costruzione del proprio senso di identità personale (Pombeni 2004), può definire la relazione con l’istituzione sociale (Polmonari 2000), può mediare all’interno del rapporto con i pari.

In questo senso emerge il valore della rete sociale nella rilettura delle dinamiche tra studente scuola famiglia; 

DESTINATARI

Nell’ottica della rete di supporto alla crescita dell’individuo, lo sportello psicologico è a disposizione di:

alunni e studenti desiderosi di confrontarsi con figure diverse dagli insegnanti e dai genitori rispetto a tematiche/problematiche come:
  • difficoltà scolastiche;
  • difficoltà di apprendimento;
  • conflittualità nella relazione con famigliari, compagni ed insegnanti;
  • problematiche legate all’immagine corporea, all’alimentazione;
  • problematiche inerenti alla sessualità e affettività;
  • problemi di autostima;
  • ansia;
insegnanti desiderosi di avere un confronto immediato rispetto a
  • problemi di comportamento e tolleranza delle regole;
  • valutazione del disagio scolastico e dell’andamento del singolo alunno;
  • valutazione delle condotte disfunzionali di gruppo;
  • progettazione di interventi di supporto del singolo nel contesto di classe;
  • osservazione partecipata in classe;
  • decisione concordata di incontri con il gruppo classe rispetto ai temi chiave dell’ infanzia e dell’adolescenza (alfabetizzazione emotiva,sessualità/affettività, rapporto con il proprio corpo, bullismo etc.)
genitori che sentono il bisogno di confrontarsi rispetto a:
  • i temi dell’infanzia e dell’adolescenza
  • le condotte ambivalenti e poco comprensibili agite nella scuola e nel
  • post-scuola;
  • valutazione di strategie di sostegno dell’alunno nei momenti di difficoltà.

OBIETTIVI

Lo sportello si prefigge di dare ascolto agli studenti, ai genitori, agli insegnanti, tutti egualmente coinvolti e chiamati a dare un contributo di valore al percorso di crescita positiva in fase di crescita  e della sua identità; La rilettura delle dinamiche e del disagio nella scuola diventa un primo traguardo nel percorso di sostegno alla crescita che permette all’individuo di compiere il salto evolutivo.

Nello specifico ci si prefigge di:

  • prevenire il disagio scolastico e l’abbandono;
  • offrire un servizio di consulenza immediata, utile, duttile in quanto adattabile alle diverse esigenze.
  • MODALITA’

Si ritiene utile strutturare l’intervento proponendo:

  • Colloqui con i singoli studenti, 
  • Incontri consulenziali con insegnanti: possibilità di segnalare e inviare allo psicologo alunni in situazione di disagio; possibilità di programmare e realizzare insieme all’operatore interventi mirati e personalizzati sul singolo e sul gruppo classe.
  • Accesso ai genitori: i genitori potranno prenotare incontri con lo psicologo per una consulenza individuale relativamente alle problematiche legate alla crescita evolutiva dei loro figli e al proprio ruolo di genitore.

 

VERIFICA DEGLI OBIETTIVI

Sarà possibile monitorare in itinere l’andamento dell’iniziativa, apportando appropriate variazioni e modifiche in base alle emergenti necessità.

Gli interventi effettuati sui singoli alunni o sul gruppo classe saranno verificati periodicamente attraverso follow-up successivi, osservazioni sistematiche, analisi funzionale, utilizzo di test standardizzati.

DURATA

Gli orari ed i giorni delle presenze saranno concordati in collaborazione con le esigenze della scuola.

   Per poter svolgere i colloqui è necessaria la disponibilità di uno spazio adeguato, nelle possibilità della struttura.

   Si propone una presenza costante durante tutto l’anno scolastico di una psicologa che terrà aperto lo sportello una mattina a settimana  per 2/3 ore circa.

REFERENTE PROGETTO

Dr.ssa Silvia Tagliazucchi

psicologa-psicoterapeuta ad  indirizzo cognitivo comportamentale (iscrizione all’ordine degli psicologi dell’Emilia Romagna n°4672 , aprile 2006).

Svolge dal 2006 attività di psicologa libero professionista presso lo studio pediatrico del dott. Bondioli a Fiorano modenese, collabora con lo studio di psicomotricità della dr.ssa Simona Soragni a Maranello.

Lavora da anni nell'ambito dei disturbi di apprendimento e della disabilità.

E’ referente per le difficoltà di apprendimento  dell’associazione culturale L’Apostrofo di Montale Rangone.

Si è formata presso il centro regionale per le disabilità linguistiche e cognitive in età evolutiva di Bologna e presso l'ospedale privato convenzionato Villa Igea servizio neuropsichiatria infantile  di Modena.

Per La cooperativa Domus assistenza di Modena ha coordinato il progetto educativo CresciaMo in team con l'associazione AUT AUT di Modena e ha preso parte al progetto scolastico a favore di alunni con DSA presso la scuola secondaria di 1° grado P. Paoli di Modena.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.